ANDREA STERPA arte

bio / works / biblio / exhibitions / blog

Archive for December, 2012

the Last Work – Face#31122012

Face#31122012
Face#31122012
dimensioni 33×33
anno 2012
tecnica: mista con carta, cartone, smalto, acrilico, matite su carta applicata su legno

Non è semplice prendere in mano un pennello dopo averlo deposto 4 anni prima per dare spazio alla videoarte e alla fotografia. Ma la vita conduce all’inatteso e il destino per me aveva in programma un nuovo ciclo di opere eseguite con carta e pittura. Così è nato questo Face#31122012, eseguito nell’ultimo giorno dell’anno 2012, come anello di congiungimento tra i precedenti lavori, “Face” e “Identity” e la nuova produzione e il nuovo ciclo “Memory”. I principali protagonisti di questa opera sono il rosso, una foto segnaletica, una donna il cui pensiero fuoriesce dalla calotta cranica per disperdersi. I numeri e le parole riempiono gli spazi, pur rimanendo contenuti dentro schemi prefissati da linee, campiture geometriche.

Advertisements

the Last Work – Face#27122012

Face#27122012
Face#27122012
dimensioni 33×33
anno 2012
tecnica: mista con carta, cartone, smalto, acrilico, matite su carta applicata su legno

Numeri e foto segnaletiche sono tutt’altro che rassicuranti. ma l’armonia del colore, il rosso che spicca sull’immagine di Steve mcQueen o il volto sezionato e riassemblato di Jim Morrison donano pacatezza. Attori, cantanti e visi noti: quanti di loro hanno trascorso una giornata come ogni “comune mortale”? Tutti, prima che divenissero dei VIP. Ma quanti di loro hanno trascorso una vita da “comuni mortali” dopo il successo? Pochi, e per di più l’hanno fatto in una situazione come quella rappresentata nell’opera. Foto segnaletica, impronte digitale, “tutto quello che dirai potrà essere usato contro di te”. Ma il senso di giustizia va a cozzare contro il potere economico e del business e così, il povero cristo che ha rubato una mela per sopravvivere finisce in una cella buia e affollata le cui chiave vengono buttate nella pattumiera mentre il VIP, salvato dalla cauzione, riprende serenamente a vivere la sua gloria col volto rischiarato dai riflettori e tra il clamore del successo.

Le immagini sono state prelevate a caso dal web a seguito di una ricerca per immagini attraverso il canale Google con la digitazione “foto segnaletiche”. Il resto l’hanno fatto il colore ad olio, ad acrilico e lo smalto ad acqua.

My Work – Multimediale

a8

Multimediale

mixed media 70×70 – 2006
esposizioni:
collezione privata
l’opera è realizzata con collage, olio, acrilico, smalto, matite varie, su carta applicata su legno.
Il collezionista di questa opera non ha nome e non ha un volto. Il quadro esposto in occasione della personale “Web no Vip” è stato ritirato dal collezionista presso i galleristi dove era esposto. Non c’ero, e così non conosco il volto del collezionista di una delle opere che personalmente apprezzo maggiormente. Insomma, una di quelle che personalmente ritengo mi siano riuscite meglio sia concettualmente che tecnicamente ed esteticamente.

My Work – Riflessione Gestuale

001

Riflessione gestuale
mixed media 50×60 – 2002
esposizioni:
“Antonina Casa d’Aste”Arcadja Auction lotto 209 – 2009

collezione privata

Archive Work

Dadachrome
2002-2003
Ballata Berlinese
CAIRO*STERPA
mixed media 70×80
esposizioni:
disponibile per la vendita
Accusa
mixed media 60×70
esposizioni:
disponibile per la vendita
Riflessione gestuale
mixed media 50×60 – 2002
esposizioni:
collezione privata

https://andreasterparte.wordpress.com/works/

My Work – Face #3

Immagine

Face #3

mixed media

70×70 dittico – 2007

disponibile per la vendita

My Work – Ballata Berlinese

Immagine

Ballata Berlinese
CAIRO*STERPA
mixed media 70×80
esposizioni:
“Dadachrome” Arè Gallery, Roma 2003
disponibile per la vendita

https://andreasterparte.wordpress.com/works/